Dal Comitato
martedì 6 marzo 2018
Ecco le finali del Gp Lattebusche! Madrina Anna Comarella

Il comitato Veneto Fisi si appresta a vivere uno dei momenti più importanti e coinvolgenti della stagione 2017-2018, vale a dire le finali del Grand Prix Lattebusche, il circuito dello sci alpino e dello sci di fondo dedicato alle categorie Baby (nati negli anni 2008 e 2009) e Cuccioli (2006 e 2007) che rappresenta uno degli eventi più longevi nel panorama dello sci italiano, essendo arrivato alla 40.ma edizione.

L’appuntamento con le finali regionali è per sabato 10 e domenica 11 marzo, a Cortina d’Ampezzo. In gara ci saranno un migliaio di piccoli atleti. L’organizzazione è affidata allo Sci club Cortina.
La novità è rappresentata dal fatto che ci sarà una doppia giornata di gare: sabato infatti, oltre alla finalina dello sci alpino che consentirà l’accesso alla finale a coloro che non hanno ottenuto la qualificazione al termine delle gare di circoscrizione, ci sarà uno slalom dedicato ai Cuccioli che già abbiano conquistato l’accesso alla finale. La gara si svolgerà a Rumerlo, con inizio alle 9.30. Sabato in pista, a Fiames, ci saranno anche i Baby e i Cuccioli del fondo che abbiano partecipato ad almeno una gara di circoscrizione. In questo caso il via è previsto per le 14.
Domenica le finali: per l’alpino, a Rumerlo, si comincerà alle 9.30, mentre le gare del fondo, a Fiames, prenderanno il via alle 10. Le premiazioni, alla “conchiglia” di piazza Angelo Dibona, in centro a Cortina, si svolgeranno a partire dalle 14.30. saranno precedute dalla sfilata per le vie del centro, con partenza dalla palestra Revis.
«Attendiamo con trepidazione questa che sarà una vera e propria festa per celebrare i 40 anni di collaborazione con un’azienda del territorio che è stata e continua a essere fondamentale per la crescita dei nostra ragazzi» afferma il presidente di Fisi Veneto, Roberto Bortoluzzi. «Un grazie grande a Lattebusche e un grazie altrettanto grande agli sci club che quotidianamente operano a favore delle giovani generazioni dello sci e allo Sci club Cortina, le cui capacità organizzative sono una garanzia».

In tema di nuove generazioni, è da sottolineare come madrina di questa finale del Lattebusche sia Anna Comarella, la fondista cresciuta nello Sci club Cortina che lo scorso febbraio ha esordito alle Olimpiadi, gareggiando a Pyeongchang. «Anna ha cominciato proprio con il Lattebusche e per noi è motivo di soddisfazione e di orgoglio vederla ora confrontarsi sui massimi palcoscenici internazionali, Olimpiadi e Coppa del Mondo» dice Igor Ghedina, presidente dello Sci club Cortina. «Questa due giorni sarà un intreccio di generazioni e di eventi. Baby e Cuccioli gareggeranno infatti sulle piste dei grandi: degli atleti della Coppa del Mondo e dei Mondiali 2021 quelli dello sci alpino, degli atleti della Dobbiaco-Cortina e del Tour de ski quelli del fondo. Un grazie all’amministrazione comunale, ai Sestieri di Cortina che cureranno il catering, alla fondazione Cortina 2021 e alla società Ista che ci mette a disposizione gli impianti».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri